Casi di successo

Il leader globale di data analytics sta rivoluzionando il mercato attraverso l’hybrid cloud

GfK, leader globale di data analytics, fornisce ai propri clienti input decisionali ottimizzati da oltre 85 anni. L’utilizzo di metodologie scientifiche per connettere i dati, combinato con la grande esperienza e un database in-house che copre oltre 15 milioni di prodotti monitorati e oltre 3 milioni di target group panel in 15 paesi, hanno fatto in modo che GfK diventasse il partner di fiducia di molte aziende internazionali.  

La rilevanza dei dati è fondamentale per l’efficienza del supporto fornito da GfK ai propri clienti nel percorso di digital transformation. “Sappiamo che disporre della giusta soluzione IT è essenziale se vogliamo offrire al mercato ciò di cui ha bisogno”, afferma Ismar Efendic, IT Infrastructure Manager di GfK. “In un mercato estremamente competitivo, la velocità è tutto: risultati e applicazioni veloci sono estremamente importanti tanto quanto la qualità”. Quindi, come può l’azienda continuare a fornire i migliori input decisionali aziendali e crescere del 20% ogni anno in termini di volume di dati? Con il sistema IT appropriato, affrontare questa sfida non è un problema. Per raggiungere l’attuale posizione e rimanere leader del mercato, tuttavia, GfK ha prima dovuto eliminare le complessità dovute a silos di infrastruttura obsoleti e un numero troppo alto di cloud provider.

Grandi ambizioni per risultati ottimali: la soluzione hybrid cloud

Quattro anni fa, GfK ha ampliato la propria infrastruttura on-premise introducendo VMware vRealize Automation, gettando solide basi per lo sviluppo di un’infrastruttura moderna. “La nostra value proposition verso i clienti è ‘Growth through Knowledge’, ovvero crescita attraverso la conoscenza basata sulla nostra esperienza tecnica”, spiega Efendic. “Ciò significa che dobbiamo essere efficienti e costantemente all’avanguardia”. L’ambiente multi-cloud self-service e l’automazione self-service risultanti hanno ridotto drasticamente la complessità dell’IT, realizzando una piattaforma di automazione in grado di supportare le operation di sviluppo. “Il nostro obiettivo principale era ottenere la scalabilità e il provisioning stabile offerti da un’infrastruttura cloud, in particolare per le nostre applicazioni on-premise”, continua Efendic. “Perciò, negli ultimi anni abbiamo migliorato costantemente la nostra suite di prodotti VMware vRealize Automation”.

Con l’adozione di VMware Cloud on AWS e VMware Cloud Foundation, GfK ha definito un’infrastruttura sicura e processi operativi più efficienti su private e public cloud. “Un passaggio importante e soprattutto redditizio, che ha portato alla migrazione da più cloud provider a uno solo”. Ma cosa ha spinto GfK a scegliere VMware? Il ragionamento di Efendic è estremamente semplice: “Siamo partner da anni e collaboriamo per sviluppare le migliori soluzioni per ciò di cui abbiamo bisogno. VMware è anche leader di mercato per le soluzioni hybrid cloud e on-premise, quindi era logico affrontare insieme il progetto per il futuro”.

Anche oggi, in un’epoca così frenetica e basata sui dati, modernizzare e adattare costantemente il proprio modello di business consente al leader del mercato di data analytics di mantenere la propria posizione. Ora, le risorse e le applicazioni possono essere estese rapidamente e facilmente dal private al public cloud, senza modificare la natura dell’interazione con l’ambiente. Tali velocità e flessibilità uniche conferiscono all’azienda una maggiore agilità e un netto vantaggio innovativo. Un esempio è gfknewron, l’ultimo prodotto di GfK assistito dall’intelligenza artificiale e basato esclusivamente su tecnologia public cloud.

Per ulteriori informazioni sui risultati ottenuti da GfK e su come i clienti e i partner ne trarranno vantaggio, leggi la case history completa.

Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.