Axpo è più sostenibile con il Cloud italiano Netalia

Pubblicato il 30/09/2021 by vmwareitaly

Migliorare la propria infrastruttura tecnologica e applicativa: è la sfida vinta da Axpo Italia con Netalia e VMware, con un vantaggio tangibile in termini di sicurezza, continuità operativa e tutela del dato.

Axpo: energia sostenibile e innovativa

Il gruppo Axpo produce, commercializza e vende energia per oltre tre milioni di persone e migliaia di aziende. Ha costruito il proprio successo su valori di sostenibilità e affidabilità, sviluppando soluzioni e servizi innovativi lungo tutta la filiera energetica, dalla produzione alla fornitura per il cliente finale. Nata in Svizzera e presente in oltre 30 paesi europei e negli Stati Uniti, è una energy company tra le prime del settore in Italia. Più di 5.000 persone integrano un’esperienza aziendale di 100 anni nella produzione di energia con le ultime innovazioni delle fonti rinnovabili.

Un’infrastruttura affidabile e scalabile sul cloud

Il progetto di trasformazione è stato avviato nel 2019, portando all’adozione di una nuova piattaforma tecnologica e applicativa in Axpo Italia. Massimiliano Licitra è uno dei protagonisti di questa trasformazione, esercitando un doppio ruolo all’interno del management di questa azienda svizzera: è responsabile sia dei sistemi IT che delle operation, due aspetti sempre più interdipendenti in una configurazione industriale in cui l’automazione dei sistemi diventa sempre più spinta. “Dovendo gestire grandi numeri e avendo l’obiettivo di minimizzare i costi e aumentare l’efficienza, è importante riuscire a dare alle persone gli strumenti per essere agili e produttivi”, spiega Licitra. “La mia attenzione è rivolta in primo luogo al personale interno. Il secondo aspetto, egualmente importante, riguarda l’offerta ai clienti di servizi che non risentono di eventuali instabilità di applicazioni e infrastruttura e che quindi garantiscano una funzionalità e un’efficienza costante nel tempo”.

“I due criteri fondamentali che ci hanno guidato nella scelta del cloud Netalia e VMware sono stati la possibilità di avere un controllo diretto sui sistemi e l’apporto personale e di consulenza che ci è stato fornito durante tutto il nostro percorso dagli specialisti di Netalia, a tutti i livelli.”

Massimiliano Licitra, Chief Information and Operation Officer, Axpo Italia

L’evoluzione a livello applicativo e di infrastruttura ha comportato la rivisitazione del network in modalità virtuale, introducendo la componente VMware NSX. Durante l’intero percorso di migrazione, un team di lavoro congiunto, Netalia e Axpo, ha lavorato in stretto coordinamento per assicurare un passaggio trasparente in ogni fase.

La migliore tecnologia richiede una componente di servizio

“Abbiamo puntato su partner e tecnologie di eccellenza come Netalia e VMware, raggiungendo così il nostro obiettivo”, ricorda Licitra. “Siamo in una fase di stabilizzazione, ma come in tutti i processi industriali si rende necessario un continuo rinnovamento e pertanto i nostri cantieri non sono mai chiusi”.

“Abbiamo riflettuto a lungo su come organizzare l’infrastruttura per essere il più possibile flessibili, scalabili e affidabili e abbiamo trovato nel cloud Netalia, basato su tecnologia VMware, l’infrastruttura migliore per abilitare i nostri servizi, sia dal punto di vista delle tecnologie a disposizione, sia della sicurezza che il provider era in grado di garantire”, ricorda Licitra. “I due criteri fondamentali che ci hanno guidato nella scelta del cloud Netalia e VMware sono stati la possibilità di avere un controllo diretto sui sistemi e l’apporto personale e di consulenza che ci è stato fornito durante tutto il nostro percorso dagli specialisti di Netalia, a tutti i livelli. A questo si aggiunge la possibilità di un controllo costante dei costi e la garanzia dei massimi livelli nelle prestazioni e nell’affidabilità dei servizi”.

La competenza oltre il Cloud

Il progetto, per la sua dimensione e complessità, ha richiesto diversi mesi per migrare l’infrastruttura tecnologica di Axpo Italia sul cloud Netalia, senza impatti sulla continuità operativa. “Abbiamo scelto VMware per costruire tutta la nostra infrastruttura Cloud nazionale”, interviene Michele Zunino, Amministratore Delegato di Netalia. “Non solo per l’intrinseca affidabilità che è in grado di fornire ai nostri servizi, ma anche per la certezza della compatibilità sistemistica e applicativa con i sistemi del cliente che possono essere migrati con la certezza della piena compatibilità”. Tempi, costi e affidabilità sono gli elementi chiave che hanno guidato tutti i passaggi e le trasformazioni applicative e infrastrutturali. I sistemi migrati sul Cloud Netalia sono relativi sia alle applicazioni di business, dove il valore del Cloud si realizza nelle componenti di affidabilità e compliance, sia sui portali web a servizio dei clienti per i quali il Cloud Netalia offre le caratteristiche di scalabilità e sicurezza necessarie alla gestione di improvvisi picchi di traffico.

Tra i benefici conseguiti, oltre alla nuova configurazione applicativa più efficiente e performante, i sistemi dimostrano maggiore affidabilità e sicurezza. Gli amministratori di sistema, inoltre, possono finalmente toccare con mano i vantaggi del controllo e monitoraggio dell’infrastruttura virtuale, così come la semplicità di automazione delle attività più ricorrenti. L’infrastruttura così costruita è altamente flessibile e scalabile in relazione alle fluttuazioni della domanda e al prevedibile incremento della clientela. “È un percorso che ha cambiato molto Axpo sia nella componente business sia in quella tecnica”, dichiara Fabio Nicora, Responsabile Security e Infrastruttura di Axpo Italia. “Quello verso il cloud è un cambiamento importante per quanto riguarda le nostre capacità di controllo e monitoraggio, sia sugli aspetti tecnici che sui processi di business”.

“Il cloud è il fondamentale vettore di innovazione in molti settori e quello dell’energia non fa eccezione”, conclude Licitra. “Se si vuole che un servizio sia stabile, efficiente e funzionale, la migliore tecnologia richiede sempre una componente di servizio, consulenza e affiancamento. Sono tutti elementi che abbiamo trovato sia in Netalia sia in VMware e ci auguriamo di realizzare insieme un percorso di sviluppo, innovazione e digitalizzazione continua”.


Categoria: Casi di successo

Tag: , , , , , ,

Articoli correlati

Pubblicato il 13/10/2017 da blogsadmin

Annuncio di VMware Cloud Provider Program

Siamo entusiasti di annunciare che dal 28 agosto 2017 è attivo un nuovo programma per i nostri partner cloud provider:  VMware Cloud Provider™ Program. Precedentemente denominato VMware vCloud Air Network, questo gruppo esclusivo di oltre 4.000 partner fornisce servizi cloud basati sulla tecnologia VMware in più di 100 paesi. Il cambiamento del nome del programma riflette […]

Pubblicato il 15/03/2021 da vmwareitaly

Connected in the Clouds: prospettive chiave dei nostri partner e clienti

Hervé Renault, Cloud Sales Chief, EMEA, VMware Stiamo entrando in una nuova era di adozione strategica del cloud, che stimola una rinnovata collaborazione e una migliore connettività, rendendo possibile lo sviluppo di applicazioni, innovazioni ed esperienze business critical rivoluzionarie. È un momento emozionante, ma anche denso di sfide e complessità. Il 2020 ha segnato il […]

Pubblicato il 29/05/2018 da marcoa

VMware Cloud on AWS è pronto per il GDPR

Il 25 maggio 2018 è entrato in vigore il Regolamento Europeo Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR). Il GDPR tenta di unificare le leggi sulla protezione dei dati in Europa e alcuni dei suoi diritti e protezioni stanno avendo un impatto globale. Questa legge stabilisce un nuovo standard per la protezione dei dati personali della […]

Commenti

Ancora nessun commento

Aggiungi un commento

Your email address will not be published.

This site uses cookies to improve the user experience. By using this site you agree to the privacy policy