VMware annuncia investimenti da 100 milioni di dollari per lo sviluppo di talenti tecnologici in Europa, Medio Oriente e Africa

Pubblicato il 29/04/2019

Il lancio del Digital Sales Center a Barcellona creerà 120 posti di lavoro

 

VMware ha annunciato l’intenzione di investire 100 milioni di dollari in cinque anni per lo sviluppo di un Digital Sales Center, con sede a Barcellona. Il centro ha lo scopo di creare 120 posti di lavoro, con la possibilità di arrivare a 250, come parte della strategia di VMware per formare alcuni dei talenti più brillanti provenienti da tutta Europa, Medio Oriente e Africa (area EMEA).

Il Centro includerà personale con competenze specifiche per il mercato italiano, che sarà quindi in grado di supportare la crescita di VMware anche in Italia.

Il Digital Sales Center di VMware ha sede nel 22° distretto di Barcellona e sarà Angus McGeachie, Senior Director, Digital Sales Center EMEA, a guidare gli sforzi nella regione. Il nuovo centro consentirà a VMware di supportare al meglio i clienti e offrire un’ampia gamma di percorsi di carriera per i dipendenti, inclusa una Sales Academy tra le migliori esistenti. Svilupperà alcuni dei ruoli più strategici per VMware in Europa, Medio Oriente e Africa, in modo trasversale rispetto ai team Commercial, Partner, Professional Services, Education, Customer Success e Sales Development per VMware Cloud on AWS, VMware SD-WAN by VeloCloud e le altre soluzioni cloud VMware.

Il lancio del centro è fondamentale per la vision di VMware volta a creare un Digital Sales Center end-to-end unico per scalare e coprire tutte le soluzioni, i settori, i canali e i servizi VMware e diventerà la sede del business Software as a Service in tutta l’area EMEA, inclusa l’Italia.

“Il Digital Sales Center diventerà un sito di innovazione per il nostro dipartimento vendite e questo si tradurrà in molteplici opportunità per gli individui di far progredire la propria carriera in ruoli VMware in tutta l’area EMEA”, commenta Jean-Pierre Brulard, senior vice president and general manager for VMware EMEA. “Do un caloroso benvenuto ad Angus McGeachie in VMware, convinto che con la sua esperienza nello sviluppo di talenti tecnologici nella Regione potrà consentire ai dipendenti VMware di prosperare in una delle città con una scena tecnologica in più rapida crescita in Europa”.

L’azienda offrirà un centro di lavoro rispettoso dell’ambiente, costruito in un edificio LEED Platinum[1] progettato considerando la sostenibilità come principio fondamentale, e sarà parte dell’iniziativa VMware 2020 che incarna l’impegno della leadership e della community VMware a rappresentare una forza per il bene nel mondo.

 

[1] LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) è un sistema di rating volontario globalmente riconosciuto per certificare edifici e quartieri sostenibili.

 


Categoria: Business

Tag: , , , , , ,

Articoli correlati

Pubblicato il 20/04/2018 da marcoa

Offrire un ecosistema adatto alla trasformazione digitale

A cura di Tom Herrman, VP Global Strategic Alliances, VMware Le aziende sono consapevoli del fatto che la digital transformation non sia un progetto unico e isolato con un inizio e una fine, ma un processo continuo, che richiede l’unione di diversi aspetti di tecnologia, processi e cultura. Da un punto di vista tecnologico, ci […]

2 minuti di lettura
Pubblicato il 09/10/2018 da vmwareitaly

NetAddiction: il cloud per seguire flussi di milioni di utenti

NetAddiction è una delle realtà indipendenti più vivaci e dinamiche del Web, che gestisce una piattaforma innovativa per l’erogazione di contenuti Web, multimediali e di e-commerce a oltre 22 milioni di utenti. Questa Web company tutta italiana, nativa digitale, cercava una particolare elasticità nella gestione delle risorse elaborative e di storage destinate ai propri canali, […]

1 minuti di lettura
Pubblicato il 22/05/2019 da vmwareitaly

Rispondere alle esigenze del no-profit attraverso la tecnologia pro bono

Taproot Foundation e VMware hanno presentato una nuova risorsa non-profit al Global Pro Bono Summit   Il terzo settore continua a essere in ritardo nell’adozione e nell’uso della tecnologia, in parte a causa della mancanza di fondi e di personale. In che modo il servizio pro bono può colmare il divario tra le esigenze del […]

2 minuti di lettura

Commenti

Ancora nessun commento

Aggiungi un commento

Your email address will not be published.

*

This site uses cookies to improve the user experience. By using this site you agree to the privacy policy