“Possible begins with you”: le impressioni di Raffaele Gigantino al rientro dal VMworld 2018 US

Pubblicato il 10/09/2018

La scorsa settimana ho avuto l’onore e il privilegio di partecipare al VMworld 2018 di Las Vegas per rappresentare l’Italia: un’esperienza fantastica dalla quale ho portato a casa impressioni e spunti molto interessanti.

Più di 22.000 persone hanno seguito le Sessioni Generali, gli interventi di Pat Gelsinger e degli altri Executive e le sessioni tecniche: in tanti anni di lavoro, raramente ho visto così tanto interesse ed attenzione e così tanto entusiasmo da parte dei clienti.

Durante il keynote di apertura, Pat Gelsinger ha chiarito la visione strategica di VMware e la sua unicità e i suoi elementi di differenziazione nel panorama dei player IT. “Breaking the silos” è stata e continuerà ad essere la chiave del successo di VMware.

Altrettanto interessante la sessione tenuta da Sanjay Poonen, nella quale sono intervenuti alcuni importanti clienti internazionali che hanno raccontato la propria esperienza e presentato la strategia di digital transformation della propria azienda. Durante la sua sessione, Sanjay ha intervistato anche un’ospite d’eccezione: Malala Yousafzai. Attivista pakistana per l’educazione delle ragazze e studentessa di Oxford, è la persona più giovane ad aver ricevuto il Nobel per la pace. Sono rimasto umanamente colpito dall’impatto che una così giovane donna ha avuto e sta avendo nella società: la forza, la determinazione e la passione per l’educazione, unite al coraggio, possono veramente fare la differenza, creare qualcosa di unico e avere un “impatto” dirompente.

Numerose e interessanti le novità tecnologiche presentate: dai nuovi servizi cloud a una più ampia offerta di cloud ibrido con una nuova sicurezza, un’infrastruttura più accessibile per gli sviluppatori e la gestione delle operation. Novità anche in ambito networking e Digital Workspace e per VMware Cloud on AWS. È stata inoltre annunciata l’intenzione di acquisire CloudHealth Technologies, azienda di Boston che aiuta i clienti a gestire al meglio gli ambienti multicloud di Amazon Web Services (AWS), Microsoft e Google, per fornire Multi-Cloud Operations a livello Globale.

Il dettaglio degli annunci del VMworld 2018 US è disponibile qui.

Le soluzioni software per cloud, mobilità e sicurezza interoperabili di VMware costituiscono una base digitale sicura e flessibile che consente ai clienti di rispondere a nuove opportunità e minacce e di offrire qualsiasi app, su qualsiasi dispositivo e su ogni cloud.

Il VMworld US è stata per me anche l’occasione per incontrare gli Executive di VMware e discutere con loro del mercato italiano: tutti credono fermamente che VMware Italia possa e debba giocare un ruolo di primo piano in Europa e nel mondo e che abbia tutte le carte in regola per farlo, forte anche dei risultati ottenuti finora. Un’iniezione di entusiasmo per me e per tutto il team italiano. “Possible begins with…us!”


Categoria: Business

Tag: , , , , , , ,

Articoli correlati

Pubblicato il 15/03/2018 da marcoa

Come ottenere il massimo dal data center grazie ai rapidi e potenti VMware HCI Kit

I clienti ci spiegano che il motivo principale per cui preferiscono VMware vSAN rispetto ad altre soluzioni è che “si integra perfettamente con vSphere”. Quando chiediamo quali siano i vantaggi chiave, la maggior parte dei clienti indica la semplicità di gestione e il risparmio di tempo, realizzabili grazie all’integrazione con vSphere. Non sorprende quindi che […]

2 minuti di lettura
Pubblicato il 07/11/2018 da vmwareitaly

VMworld Europe giorno 1: i superpoteri della tecnologia e le infinite possibilità

C’è stata una grande emozione nella sala, quando Jean-Pierre Brulard, Senior Vice President and General Manager of VMware EMEA, è salito sul palco per anticipare quello che sarebbe successo al  VMworld Europe. Il tema di quest’anno è “Possible begins with you”, ed è stato subito chiaro che sarebbero successe grandi cose. Jean-Pierre ha ricordato al […]

3 minuti di lettura
Pubblicato il 20/09/2017 da blogsadmin

Il mercato del cloud è destinato all’anarchia?

A cura di Alberto Bullani, Regional Manager VMware Italia Il cloud ibrido è ormai entrato a far parte della strategia di molte aziende. Flessibilità, libertà di scelta: i vantaggi sono numerosi, ma il livello di complessità può rivelarsi incompatibile con l’agilità richiesta. Si tratta di una questione importante, che riguarda tutte le aziende e che è […]

3 minuti di lettura

Commenti

Ancora nessun commento

Aggiungi un commento

Your email address will not be published.

*

This site uses cookies to improve the user experience. By using this site you agree to the privacy policy