“Il mio VMworld”: i ricordi di David Baldinotti, Computer Gross

Pubblicato il 25/07/2017
NOTA BENE: questo articolo è più vecchio di un anno e potrebbe non essere aggiornato con gli eventi recenti o le nuove informazioni disponibili.

David Baldinotti, Business Unit Manager di J.Soft, divisione software di Computer Gross

Il primo VMworld al quale ho partecipato è stato quello del 2012 di Barcellona, era un momento in cui il tema legato alla virtualizzazione dell’infrastruttura stava andando a una velocità clamorosa. Intorno al Software-Defined Data Center c’era un forte interesse e tutti avevamo la grande curiosità e la voglia di essere partecipi di questo cambiamento così significativo, ossia reinterpretare l’IT lato infrastruttura.

La stessa curiosità che ho oggi alla vigilia del VMworld 2017 Europe, dal quale mi aspetto di approfondire la strategia di VMware soprattutto alla luce di tecnologie nuove su cui si sta puntando, come ad esempio l’iperconvergenza e la virtualizzazione delle reti. C’è sempre molta curiosità anche intorno all’area del Solution Exchange, dove è possibile incontrare player emergenti che presentano specifiche tecnologie. È un aspetto interessante del VMworld, perché VMware in questo senso spesso anticipa alcune tendenze ed è in grado di tracciare la direzione dell’IT e l’evoluzione di alcune tecnologie chiave.

Dal punto di vista delle novità che mi piacerebbe vedere annunciate quest’anno, il mio desiderio è uno sviluppo ulteriore dei temi legati ai servizi cloud, ossia che il Canale diventi un attore importante del processo. Penso ad esempio all’accordo con AWS e auspico un coinvolgimento importante dell’ecosistema di Partner.

E come parte del Canale VMware, per Computer Gross il VMworld rappresenta un momento di incontro e di scambio utile: partecipare ci permette di capire meglio la vision dell’azienda, di toccare con mano le novità, di comprenderne la portata. E, soprattutto, il VMworld è il momento in cui poter intrattenere relazioni a 360 gradi, che è alla base della nostra strategia, ma anche avere il punto di vista di chi gestisce Paesi e aree più vaste e arricchire così le proprie conoscenze che possono essere corroborate da una vision più ampia.

Se guardo al passato, un episodio che mi piace ricordare è legato al VMworld 2014: Computer Gross è stata premiata come “VMware EMEA Innovative Distributor of the year” all’interno della “EMEA VMware Partner Award”. È stato il risultato di un forte impegno che ci ha permesso di portare concreto valore al nostro Canale grazie a una condivisione degli obiettivi. Chissà che anche il 2017 non ci riservi qualcosa di importante.


Il VMworld 2017 sarà il più incredibile di sempre e noi abbiamo deciso di renderlo anche il più divertente!
Pubblica una tua foto ricordo significativa di un VMworld passato e lancia la sfida ai tuoi colleghi utilizzando l’hashtag #VMworldMemories.

 


Categoria: Business

Tag: , , ,

Articoli correlati

Pubblicato il 20/09/2017 da blogsadmin

Il mercato del cloud è destinato all’anarchia?

A cura di Alberto Bullani, Regional Manager VMware Italia Il cloud ibrido è ormai entrato a far parte della strategia di molte aziende. Flessibilità, libertà di scelta: i vantaggi sono numerosi, ma il livello di complessità può rivelarsi incompatibile con l’agilità richiesta. Si tratta di una questione importante, che riguarda tutte le aziende e che è […]

3 minuti di lettura
Pubblicato il 24/10/2018 da vmwareitaly

Vieni al VMworld 2018 Europe e scopri come l’infrastruttura iper-convergente sta rivoluzionando il mercato

Nick Cross, EMEA Senior Director HCI, VMware Mancano poche settimane al VMworld 2018 Europe, dove annunceremo le più recenti innovazioni, offriremo formazione e certificazioni e guideremo sessioni tematiche approfondite, trasformandoti in un esperto di infrastruttura. L’edizione 2018, che coincide con il ventesimo anniversario di VMware, vedrà clienti, partner e dipendenti provenienti da tutto il continente […]

3 minuti di lettura
Pubblicato il 30/05/2018 da marcoa

VMware investe in un nuovo Innovation Lab per la leadership al femminile presso la Stanford University

L’azienda contribuisce al Lab con 15 milioni di dollari: obiettivo, concentrarsi sulla ricerca sui pregiudizi sul posto di lavoro per contribuire alla crescita della leadership delle donne Milano, 25 maggio 2018 – Alla 3a conferenza annuale Women Transforming Technology (WT2) a Palo Alto, il cui tema è “Inclusion in Action”, VMware (NYSE: VMW) ha annunciato […]

3 minuti di lettura

I commenti sono chiusi

This site uses cookies to improve the user experience. By using this site you agree to the privacy policy